Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.Login failed for user 'MSSql11793'.
Domenica, 25/08/2019
Home Page
Iscrivi la tua struttura

Contattaci
Museo di Storia Naturale dell'Accademia dei Fisiocritici

museo dell’accademia dei fisiocritici

Gli amanti delle scienze naturali non possono mancare la visita alle collezioni naturalistiche e a quelle “curiose” del Museo di Storia Naturale dell'Accademia dei Fisiocritici, a Siena. Strumenti scientifici antichi, manufatti preistorici, reperti anatomici umani, pesi e misure, funghi in terracotta colorati, realizzati nella metà dell'Ottocento per far riconoscere facilmente le differenze tra funghi velenosi e non, minerali e rocce, le famose “Terre di Siena” gialle, rosse, brune utilizzate fin dall'antichità come coloranti, fossili, e una straordinaria collezione zoologica di invertebrati, insetti, molluschi, pesci, anfibi, uccelli, mammiferi comprendente anche alcuni “scherzi della natura”, come l'agnello a due teste o la gallina a tre zampe. Ospitato dal 1816 in un ex monastero camaldolese risalente al XII secolo, il Museo si articola in Sezione Geologica, Sezione Zoologica, Sezione Anatomica. Le collezioni, prevalentemente riferibili alla Toscana meridionale, si trovano in gran parte nelle gallerie del chiostro che si sviluppa su due piani. Il loro allestimento in antiche vetrine mantiene intatto il fascino di un criterio ostensivo ottocentesco. Il nucleo originario del Museo risale ai primi anni di vita dell'Accademia dei Fisiocritici (dal greco, fisiocritico: studioso della natura), fondata nel 1691 da Pirro Maria Gabbrielli. La Sezione Geologica comprende collezioni di minerali, rocce e fossili. Tra le più significative quella di Marmi antichi e quella delle Terre bolari naturali e manufatte del Monte Amiata. Importanti le collezioni di minerali grezzi e lavorati e relativi prodotti metallurgici di miniere della Toscana meridionale, coltivate già dagli Etruschi e ormai prive di attività estrattiva. Tra le collezioni paleontologiche la Collezione di microfossili, raccolta da Ambrogio Soldani nella seconda metà del Settecento, le Collezioni di conchiglie e mammiferi fossili rappresentative del Pliocene senese. La Sezione Zoologica si è formata progressivamente nel corso dell'Ottocento grazie al lavoro di conservazione degli animali condotto nel laboratorio tassidermico, tuttora in attività. Sono presenti esemplari di animali appartenenti a specie estinte o in pericolo di estinzione. Di rilievo: la Collezione ornitologica storica, la Collezione di mammiferi marini, le Collezioni in alcol di Vertebrati e Invertebrati. Tutte le collezioni hanno un costante incremento, in particolare quella dei mammiferi marini: il continuo recupero di esemplari morti spiaggiati sulle coste toscane è anche un contributo all'attività di ricerca all’attività di ricerca dell'Università degli Studi di Siena, di altre università e del Centro Studi Cetacei italiano con cui la Sezione collabora. La Sezione Anatomica è costituita dalla Collezione di parti anatomiche pietrificate da Francesco Spirito agli inizi del Novecento, ma soprattutto dalla sala dedicata a Paolo Mascagni (1755-1815). Di questo grande scienziato sono esposti: preparati anatomici umani che evidenziano i vasi linfatici, la biblioteca, i documenti di archivio, le tavole anatomiche incise e colorate a grandezza naturale. Fra le altre collezioni del Museo si segnalano la Collezione di funghi in terracotta, realizzata da Francesco Valenti Serini (1795-1862) e costituita da 1.800 esemplari di cui 800 esposti; la Collezione teratologica comprendente alcune mostruosità animali; la Collezione paletnologica con manufatti litici e utensili in rame e bronzo.

Museo di Storia Naturale dell'Accademia dei Fisiocritici

Piazzetta Silvio Gigli, 2 (Prato di S. Agostino) - 53100 Siena

Orario: 9.00 - 13.00 e 15.00 - 18.00. Chiuso giovedì pomeriggio, sabato, domenica e festivi.

Ingresso gratuito - Accessibile a portatori di handicap

 

Come raggiungere il museo: All’uscita Siena Sud seguire indicazioni per Porta Tufi e parcheggio “Il Campo”, situato a 200 metri dal Museo.

Per informazioni: tel. e fax: 0577 47002

fisiocritici@unisi.it

Fonte: Museo di Storia Naturale dell'Accademia dei Fisiocritici

 

Realizzazione Siti Web Puglia, Realizzare siti web provincia lecce, realizzazione sito web salento